Caratterizzazione campi testimone presso le aziende Giavelli e Castellari

#Diariodicampo Venerdì 24 Aprile 2020. Il progetto Life agriCOlture ha ripreso la sua attività in campo dopo la breve pausa dovuta all’emergenza COVID19. Nell’ambito dell’Azione C1 di caratterizzazione delle aziende dimostrative, il personale del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, accompagnato dai suoi consulenti esterni, l’ecologo Dott. Daniele Galli e il pedologo Dott. Stefano Raimondi, hanno realizzato l’attività di raccolta dei dati morfologici e pedologici relativi agli appezzamenti testimone di due aziende agricole partecipanti al progetto, Giavelli e Castellari.

La scelta dei campi prova, che verranno in questa fase accuratamente descritti dal punto di vista pedologico, si è conclusa nel marzo 2020 a seguito di un’attività di caratterizzazione preliminare dei suoli delle 15 aziende dimostrative partecipanti al progetto tramite tecnologia NIRS. Nel caso della Società Agricola Giavelli si è individuato, compatibilmente con le esigenze del piano di sviluppo aziendale, un campo prova di circa 2,5 ettari in località Cà degli Abati a Viano (RE), in una posizione marginale rispetto ai due centri aziendali situati rispettivamente in località Case Gatti di Viano e lungo il Rio Le Viole. Si tratta di un prato polifita di 4 anni che richiederà ingenti opere di sistemazione idraulica e morfologica in vista di una sua definitiva conversione a prato polifita gestito in regime sodivo. Rispetto all’Azienda Castellari si è invece individuato un prato di 5 anni, di una estensione di circa 4 ettari, in località Corvara dove l’azienda è proprietaria dell’omonimo podere che costituisce il suo principale corpo aziendale. Si prevede in questo caso una attività dimostrativa che si inserisca nell’attuale ciclo colturale aziendale, basato sull’alternanza medica-erbaio, ma con l’introduzione di un’annata gestita anche in questo caso in regime sodivo.

 

 

 

No Comments

Post A Comment